10 consigli pneumatici

10 consigli per scegliere bene i tuoi pneumatici...che potrai ignorare se deciderai di noleggiare la tua auto a lungo termine

Scegliere gli pneumatici richiede molta attenzione, e vale sicuramente la pena dedicare il giusto tempo alle “calzature “ della nostra automobile. Ecco qui di seguito 10 consigli per fare la scelta giusta.


1) Decifrare la nomenclatura degli pneumatici

La tabella a sinistra ti permette, semplicemente guardandolo, di sapere tutto (o quasi...) sul suo conto.


Come comprendere la dimensione dello pneumatico

Esempio 205/55 R 16

205: larghezza degli pneumatici espressa in millimetri

55: altezza del fianco in rapporto alla larghezza dello pneumatico espressa in percentuale (55% di 205)


R: questa lettera significa che lo pneumatico è composto da una struttura radiale


16: diametro interno espresso in pollici (1 pollice: 2,54 cm)

2) Indici di carico e di velocità


Gli indici di carico scritti sui vostri pneumatici vi informano sul carico massimo che essi possono sopportare. Tale indice è scritto sul fianco della gomma; vedi la seguente tabella.

Gli indici di velocità invece descrivono la velocità massima che lo pneumatico può sopportare. Non è possibile montare gomme con un indice inferiore a quello di origine, mentre è possibile montarle con uno superiore.

3) L'aderenza dello pneumatico


L’aderenza di uno pneumatico è fondamentale per la sicurezza del conducente e dei passeggeri. Il fattore di presa può variare da 1 a 10 a seconda delle seguenti condizioni: tipo di pneumatico, larghezza, qualità della gomma e del suolo. Sotto quest’ultimo aspetto possiamo distinguere tre condizioni fondamentali:


A - L'aderenza sull'asciutto:

Lo pneumatico reagisce più velocemente sull'asciutto, poiché nulla si interpone tra l'area di contatto e lo pneumatico. Più la gomma è larga e più l’aderenza sarà forte.

Attenzione che la larghezza dei vostri pneumatici sia adatta alla potenza della vostra auto.


B - La presa su terra bagnata:

L'aderenza sul bagnato è completamente diversa. L'acqua arriva tra la superficie di contatto dello pneumatico e il suolo. In questo caso, lo pneumatico dovrebbe essere scolpito onde evitare il rischio di aquaplaning; la distanza di frenatura è moltiplicata per almeno 2 o più.


C – Aderenza su un terreno innevato o ghiacciato:

La guida su ghiaccio o neve è piuttosto difficile: è quindi importante saper anticipare e adattare la velocità alle condizioni del suolo. Pneumatici da neve, pneumatici chiodati o catene sono diverse alternative per garantire la presa sulla neve. I pneumatici da neve presentano lamelle per essere in grado di muoversi con meno difficoltà. Gli pneumatici da neve devono essere installati una volta che la temperatura è sotto i 7 ° C.

Si raccomanda di non tenere le gomme da neve, una volta finita la stagione invernale, perché con il caldo sono meno aderenti e si deteriorano più rapidamente.

4) Perché uno pneumatico invernale?


Le gomme invernali permettono un’aderenza superiore e garantiscono una maggiore sicurezza.


La stagione invernale indicativamente dura da ottobre ad aprile, con obbligo di gomme invernali o catene su molte autostrade italiane ed europee.


Gli pneumatici da neve sono scolpiti diversamente dagli altri, permettendo così maggiore aderenza e minore spazio di frenata; non si induriscono all’abbassarsi della temperatura ed hanno una struttura più profonda per un’eliminazione più rapida della neve o dell’acqua, oltre ad avere numerose lamelle che consentono un maggior attrito. Salvo casi di nevicate epocali, di solito le gomme invernali permettono di viaggiare abbastanza agevolmente.


L’utilizzo delle catene permette un’aderenza supplementare quando le gomme non sono più in grado di trattenere il veicolo. Esse penetrano la neve e permettono al veicolo di avanzare anche in condizioni molto difficili, ma naturalmente non appena non c’è più neve vanno immediatamente tolte. Purtroppo sono scomode da montare; attenzione inoltre ad acquistare catene perfettamente compatibili alle dimensioni dello pneumatico.

5) Quando sostituire le gomme?


L’automobilista che non sostituisce le gomme al momento giusto corre numerosi rischi. L’usura di uno pneumatico dipende dalla sua durezza e dalla sua utilizzazione, e vanno sostituiti quando il battistrada diventa inferiore ai 2 mm. Quando una gomma è usurata non permette più di viaggiare in piena sicurezza, le distanze di frenata sono maggiori e il deterioramento del veicolo più rapido.


6) La pressione


I produttori di automobili selezionano, testano e omologano gli pneumatici utilizzati per ciascun veicolo in funzione del peso, delle dimensioni e delle performance. Questi criteri, come gli indici di carico e di velocità, sono determinanti per la scelta delle vostre gomme, e anche la pressione che essi devono avere è fondamentale. Le indicazioni della pressione che va insufflata sono riportate solitamente sul fianco della portiera del conducente, oppure nello sportello del bocchettone del carburante, nel manuale del veicolo o nel vano motore.


Le indicazioni riportate sono duplici e riguardano le condizioni di pieno carico e/o in autostrada e quelle a carico normale.


La pressione va misurata (e nel caso corretta) a freddo (l’auto non deve avere percorso più di 5 km nelle ultime due ore). Sull’autostrada, per avere una lettura esatta, bisogna sottrarre 0,3 bar dalla pressione iniziale a freddo (1bar: 1kg/cm2). Mai ridurre la pressione degli pneumatici a caldo; è inoltre opportuno cambiare le valvole tutte le volte che si montano nuove gomme per assicurare una buona tenuta.


Una pressione troppo bassa può potenzialmente fare esplodere lo pneumatico; ne aumenta l’usura delle bande laterali ed incrementa il consumo di carburante, mentre se è troppo alta accelera il degrado della parte centrale.

8) Tavola di corrispondenza


Di seguito una tabella che permette di individuare, in funzione della larghezza dei vostri cerchioni, la dimensione minima, ideale e massima della misura dei vostri pneumatici.

7) I differenti tipi di pneumatici


Pneumatici estivi: offrono una tenuta ottimale a temperature superiori ai 7°C


Pneumatici invernali: vedi sopra


Pneumatici RunFlat: antiforatura; vanno scelti con molta attenzione perché, in caso appunto d foratura, se inadatti potrebbero danneggiare i cerchioni e lasciarvi a piedi.

9) L’etichettatura europea: cosa significa?


Dal 1 novembre 2012 tutti gli pneumatici Turismo e Trasporto Leggero venduti in Europa sono accompagnati da un’etichetta. Ogni etichetta riporta informazioni su alcune prestazioni di base dello pneumatico.



Gli obiettivi sono favorire il risparmio di carburante, migliorare la sicurezza stradale, e ridurre il nostro impatto sull’ambiente.



1. Confrontare il risparmio di carburante


Guarda questa classificazione per conoscere la prestazione di uno pneumatico in termini di consumo di carburante.

L’efficacia in consumo di carburante è misurata con 7 categorie che vanno da A (più efficace) a G (meno efficace).



Risparmia fino a 300€ o 80 litri di carburante lungo tutta la vita dello pneumatico.

Anche se i risultati possono variare a seconda dei veicoli e delle condizioni climatiche, la differenza tra una categoria G ed una categoria A, per un equipaggiamento completo di pneumatici, può significare una riduzione del consumo di carburante del 7,5% (1) e ancora di più per gli autocarri.



2. Confrontare l’aderenza sul bagnato


Questa tabella misura la capacità di frenata di uno pneumatico sul bagnato. Vi sono 7 categorie d’efficacia che vanno da A (spazi di frenata più corti) a G (spazi di frenata più lunghi).


Fino a 4 auto di differenza in una frenata. In caso di frenata d’emergenza la differenza tra le categorie di prestazione G e A per un equipaggiamento di 4 pneumatici può equivalere al 30% di spazio di frenata in meno.

3. Confrontare il rumore di rotolamento esterno degli pneumatici


Questo diagramma mostra il livello di rumorosità di uno pneumatico in decibel (dB). Il pittogramma a barre informa sulla classificazione in relazione ai futuri limiti europei. Il rumore esterno degli pneumatici non è totalmente correlato al rumore interno del veicolo.


3 barre nere = pneumatico conforme all’attuale normativa europea

2 barre nere = pneumatico mediamente rumoroso, compreso tra il futuro limite e 3 dB al di sotto

1 barra nera = pneumatico poco rumoroso, oltre 3dB al di sotto del futuro limite

10) Farsi aiutare da un esperto


Può sembrare banale…ma perché rischiare di fare una scelta sbagliata? Le gomme sono fondamentali per la nostra sicurezza e quella dei nostri passeggeri, ci permettono di aumentare la vita della nostra auto e, perché no, se scelti in modo oculato, ci fanno anche risparmiare carburante.


Chiedi consiglio al tuo consuente: AC Renting ti assiste, se lo desideri, anche in questo…

AC Renting

AC Renting di A. Cervasio

Noleggio a lungo termine

Fleet Manager Consulting Torino

Tel. 339 331 26 80

P.I. 12598290018